Scritto da: Daniele Vettori - Categorie: recensioni / sound and gear

Dandelion Tremolo di Flower Pedals (V2, 2019)

Dandelion Tremolo è un tremolo compatto, ricco di funzionalità e dalla qualità sonora eccellente. Il pedale, pur essendo completamente analogico, è dotato di controlli digitali per rendere più semplice l’utilizzo di alcune particolari funzioni, quali il Dual oppure il Ramp. Dandelion Tremolo vanta inoltre un design mozzafiato e una solida e robusta costruzione. Questo pedale è sicuramente da considerarsi uno dei migliori tremolo in circolazione; nonostante sia un effetto di boutique di produzione americana e quindi non sempre disponibile su scala globale.


Flower Pedals di Matt Kauffman

Dandelion Tremolo

Matt Kauffman, fondatore di Flower Pedals, è il costruttore e sound engineer che sta dietro al Dandelion Tremolo. La sua filosofia in merito agli effetti per chitarra si basa su alcuni rispettabilissimi principi: originalità del prodotto sia in termini di design ma sopratutto di funzionalità e resa sonora, compattezza, alta qualità dei componenti usati e cura verso il mantenimento del segnale in entrata ed in uscita tramite il sistema True Bypass.
Oltre al Dandelion, Matt Kauffman propone attualmente altri tre pedali, prodotti seguendo la medesima filosofia: Castilleja Phaser,  Poppy Dual Boost e Hosta Wha Filter. Come si può facilmente notare il suo interesse verte principalmente su effetti di modulazione. Ciononostante sul sito ufficiale di Flower Pedals, sotto la voce discontinued, potete trovare alcuni pedali non più in produzione come il Geranium Drive ed il Lupine Anolog Octave Up.


Dandelion Tremolo: le funzionalità principali

Dandelion Tremolo è un tremolo ottico analogico che racchiude infinite possibilità in merito alle configurazioni.
Iniziamo subito precisando che, nonostante sia un tremolo ottico, esiste anche la possibilità di attivare la modalità Harmonic (Har, primo switch in alto) trasformando il tremolo da ottico ad armonico.
I parametri principali, che potete regolare dalle quattro manopole presenti sul pedale, sono: 

  • Boost: regola il livello di volume da aggiungere o togliere al segnale wet 
  • Shape: regola la forma d’onda del tremolo; quadra, triangolare etc… Da notare che l’escursione della manopola, lineare e non a scatti, permette di “blendare” e quindi mescolare una forma d’onda con l’altra; tutto ciò al fine di ottenere la maggior versatilità possibile
  • Depth: regola la profondità del tremolo; al suo massimo ed utilizzando la funzione tremolo ottico (Std), si ottiene il tipico suono pulsante
  • Speed: regola la velocità in termini di Bpm

I due pulsanti presenti in basso sono l’attivazione dell’effetto (On/Hold) ed il tap tempo (Tap/Ramp) che può tranquillamente essere utilizzato al posto della manopola Speed. Tenendo premuto il Tap/Ramp per almeno un secondo si accede alle divisioni ritmiche: quarti, ottavi puntati, ottavi, terzine. Il led si illuminerà seguendo la divisione ritmica scelta.


Altre funzionalità: Dual, Ramp, Voice, Expression Pedal

Fino ad ora niente di nuovo rispetto ad altri stimabili pedali già in circolazione. Ciononostante, già utilizzando queste funzioni di base, ci si può rendere conto della qualità sonora impressionante.

Sotto lo switch in alto, troviamo un ulteriore switch denominato Voice. Quando la modalità Harmonic è attiva, questo switch enfatizza alcune frequenze in basso o in alto. Non è nient’altro che un filtro passa alti/passa bassi applicato al tremolo; accentua dunque l’effetto tremolo solo su una parte dello spettro sonoro mantenendo quasi inalterato il resto.

Il Ramp permette, tenendo premuto lo switch Tap/Ramp, di passare da una velocità di tremolo ad un’altra, mentre si sta suonando. Per impostare la seconda velocità è sufficiente tenere premuto il tasto On/Hold e tramite la manopola Speed impostare la seconda velocità. Poi sempre mantenendo premuto il tasto On/Hold, tramite la manopola Shape possiamo impostare anche l’intervallo di tempo che occorre per passare da una velocità di tremolo all’altra.

Il Dual, che si attiva tramite l’ultimo switch in basso, permette di creare un vero e proprio doppio tremolo. Due tremoli con velocità diverse che si susseguono uno dopo l’altro, con infinite possibilità e combinazioni dal punto di vista ritmico. Per impostare la seconda velocità basta seguire lo stesso procedimento appena descritto per la funzionalità Ramp.

Infine esiste un’entrata jack apposita per il pedale di espressione; quello che si può realizzare con un pedale di espressione è simile a ciò che si ottiene utilizzando le funzione Ramp.

Ecco due video test del Dandelion Tremolo: nel primo video si testa il pedale in tutte le sue funzioni, utilizzando anche tastiere, synth e pedale di espressione. Nel secondo video troverete una spiegazione dettagliata, con relativa traduzione in italiano, di come utilizzare il pedale, e relativo test su chitarra.


Pro e contro

Personalmente trovo che il Dandelion Tremolo abbia tutto quello che mi aspetto da un tremolo ottico; mantenendo compattezza ed eccellente qualità sonora.

Il tap tempo e le suddivisioni ritmiche, la possibilità di “blendare” tra una forma d’onda e l’altra, il Boost per il volume del segnale wet, la modalità Harmonic e le funzioni Ramp e Dual, che aprono scenari nuovi sulle possibilità di utilizzo del tremolo stimolando la creatività del musicista. 

Purtroppo questo splendido pedale ha anche degli aspetti negativi. Primo fra tutti il costo. Non essendo distribuito in Italia, l’unica via è quello di ordinarlo dal sito ufficiale della Flower Pedals; alla modica cifra di 250 dollari. Ovviamente dovete aggiungere alla suddetta cifra circa il 30% tra dogana, IVA e spedizione. Il totale è di circa 325 dollari; più o meno 300 euro. Non è certamente un pedale economico! Calcolate inoltre che per averlo dovrete aspettare 1/2 mesi da quando l’avete ordinato.
Un ultimo aspetto che mi ha lasciato un po’ perplesso è l’assenza di preset memorizzabili da richiamare all’occorrenza. Bisogna però tener presente delle dimensioni del pedale, che sono esigue e permettono un facile inserimento all’interno della pedalboard. Personalmente ho preferito la compattezza e la qualità alla possibilità di avere dei preset; ciò anche grazie al tap tempo che rende i preset molto meno importanti di quanto si creda. In sostanza vi basterà adattare il tempo con il pulsante Tap/Ramp su ogni singolo brano ed eventualmente regolare la divisione ritmica, la forma d’onda e la profondità prima dell’inizio del brano. Certo se avete esigenza di avere tremoli molto diversi da richiamare al volo, magari durante uno stesso pezzo, questo pedale non fa per voi.


Sunflower

Il produttore ha comunque annunciato l'uscita di Sunflower; che dovrebbe già essere disponibile su ordinazione sul sito ufficiale di Flower Pedals. Sunflower è un tremolo che mantiene tutte le caratteristiche del Dandelion aggiungendo nuove funzionalità; tra cui appunto 5 preset richiamabili all’occorrenza.

In conclusione il Dandelion per me è stato un ottimo acquisto; se avete la disponibilità economica e non avete fretta ve lo consiglio caldamente.

Alla prossima.

fine
Daniele Vettori - 

Ti è piaciuto l'articolo?

Valutazione: 5.00/5. Da 1 voto.
Attendi un secondo…
guitar prof Testa e Scritta

© 2024 - guitarprof.it - info@guitarprof.it