Scritto da: Daniele Vettori - Categorie: sound and gear

Tonex: il software definitivo per ampli e pedali

IK Multimedia ha da poco rilasciato sul mercato il nuovo software Tonex, che contiene, nella sua versione completa chiamata Tonex Max, circa 1000 Tone Models pronti all’uso, realizzati con 100 modelli di amplificatori e 50 modelli di pedali. Inoltre il software consente, tramite procedura guidata ed un minimo di attrezzatura per “home studio”, di profilare interamente il proprio gear, dagli ampli ai singoli pedali fino alle configurazioni miste. Da pochi giorni è uscito anche Tonex Pedal la versione “fisica” del software in formato stomp; per avere tutti i profili creati e i Tone Models inclusi in Tonex sempre a portata di piede durante i live.

Tonex

Ik Multimedia: da Amplitube a Tonex

Ik Multimedia è una azienda che produce hardware e software nel campo musicale da molti anni, tutti i prodotti sono rigorosamente Made in Italy. Solo per citare un loro prodotto, che non necessita di presentazioni: Amplitube. Amplitube è un software che esiste da molto tempo e rappresenta in qualche modo il predecessore di Tonex.

Amplitube è stato usato negli anni da moltissimi chitarristi professionisti, ed è un software in formato plugin e stand alone, che rappresenta una garanzia in termini di resa sonora e facilità di utilizzo.

Tonex rappresenta più di un’evoluzione rispetto ad Amplitube: la versione Max del plugin, non solo contiene 1000 Tone Models, provenienti da 100 amplificatori e 50 pedali, già pronti per l’uso; ma offre la possibilità di profilare i propri amplificatori, i propri pedali oppure un’intera catena. Tonex Max ovviamente è la versione più completa del software, ma esistono anche versioni a prezzo inferiore, contenenti un minor numero di modelli. La versione Max offre tutti i tipi di profilazione possibile ed il numero massimo di Tone Models e collezioni di amplificatori e pedali. 

Per ulteriori informazioni in merito vi consiglio di visitare il sito ufficiale di Ik Multimedia nella sezione apposita, cliccando qui.


Tonex: come e dove utilizzarlo

Tonex supporta sia sistemi operativi Windows che Mac OS; è utilizzabile in formato stand alone oppure all’interno di una Daw come Logic Pro. Inoltre è presente anche una versione di Tonex sotto forma di app per iOS.

Nelle versione Tonex Max, i modelli di amplificatori e pedali presenti, sono personalizzabili in tutto e per tutto. Possiamo, ad esempio, scegliere una testata ed associare ad essa un qualsiasi cab diverso da quello pre-impostato e viceversa. Scegliere tra i Tone Models delle configurazioni che contengano già un pedale overdrive oppure un canale drive della testata. Possiamo escludere il cab oppure escludere la testata in fase di registrazione. Ogni modello è regolabile sotto ogni aspetto, e, come vedrete nel video test, l’interfaccia per le regolazioni di toni, gain etc.. è veramente intuitiva. In aggiunta ai modelli, sono presenti sul software un reverbero, un compressore ed noise gate finemente regolabili.


Come profilare il proprio Gear con Tonex

Oltre a tutto questo, il plugin Tonex offre numerose possibilità in merito alla profilazione; è possibile profilare infatti le seguenti combinazioni:

  • Amp and Cab
  • Complex Rig (pedali+amp+cab)
  • Stomp (solo pedali)
  • Amp (solo testata)
  • Stomp and Amp (pedali+testata)

Il processo di profilazione è guidato e, nonostante possa risultare lungo, è piuttosto semplice e del tutto automatizzato. Sono però necessari un’interfaccia audio, microfoni per i cab (possibilmente di qualità) e una reamp-box. In alternativa alla reamp-box si può usare il Tonex Capture, l’apposito prodotto di Ik Multimedia per la profilazione. Tengo a precisare comunque che ne il Tonex Capture ne il Tonex Pedal sono necessari al fine di profilare un ampli o un pedale; basta avere la lista di prodotti “home studio” sopra descritta ed un buon computer. La qualità dei profili è altissima e rispecchia piuttosto fedelmente il suono dell’ampli microfonato. Se volete avere un’idea di come funziona e del livello di accuratezza del sistema di profilazione, guardate questo video:

Ricordate sempre però, che la qualità di un profilo, come nel caso del Kemper, varia sopratutto in base alla tipologia di microfoni, al loro posizionamento e agli eventuali preamplificatori usati.

Differentemente dal Kemper qui la procedura è guidata ed automatizzata e non lascia spazio agli errori umani; il che è un bene a mio avviso.


L’interfaccia del software

L’interfaccia di Tonex è semplice ed intuitiva. Partendo dall’alto troviamo tre menu principali: Player, Modeler, Librarian.

Il menu Player contiene i modelli di ampli e pedali, ed i Tone Models pronti all’uso. Sulla colonna di destra è possibile visionare da dove viene il profilo, sia per quanto riguarda la testata che per il cab, e gli eventuali stomp usati. In alto a destra troviamo, sotto la voce Advanced Parameters, una sezione dedicata alle impostazioni di eq in post relative ad ogni modello. Sempre in alto troviamo poi le impostazioni di reverbero, compressore e noise gate. Al centro della schermata ci appare la testata “virtuale” dell’ampli con i parametri di base da poter regolare. Per disattivare o attivare il cab o la testata durante la registrazione è sufficiente utilizzare i due tasti centrali in alto Amp e Cab. 

Tonex Player

Sotto la testata degli ampli, sulla sinistra, abbiamo i menu ad elenco dei Tone Models e dei vari preset pre-impostati. Nella foto seguente, i suddetti menu ad elenco in modalità a tutto schermo.

Tone Models e Preset

Sulla destra invece, sotto la voce Collections, è possibile visionare tutte le collezioni di profili relativi ad amplificatori storici come Fender, Orange o Mesa Boogie.

Tonex Collections

Una possibilità interessante è quella di poter ascoltare un sample audio relativo ad ogni modello; in basso in posizione centrale è presente un tasto play relativo a questi sample.

Il menu Modeler attiene alla procedura di profiling; procedura interamente guidata dalle connessioni di base fino al salvataggio del profilo. 

Modeler

Il menu Librarian riguarda Tonex Pedal; in particolare tramite questo menu è possibile sincronizzare i Tone Models presenti sul software, con il pedale. 

Infine, in alto a destra, trovate il pulsante dal quale è possibile accedere a Tone Net; una rete fatta dagli utenti di Tonex, in cui poter condividere i Tone Models realizzati in studio.


Test e recensione di Tonex Max

Eccoci finalmente arrivati al video test e recensione del plugin Tonex nella versione Max; buon divertimento e mi raccomando utilizzate un buon impianto audio per l’ascolto oppure delle cuffie di un certo livello.

Il test è stato realizzato con una chitarra fender Telecaster (Pick-up al manico Ron Ellis JL) e un’interfaccia audio Apollo Tain di Universal Audio.


Prezzi e disponibilità

Tonex Max è disponibile sul sito ufficiale di Ik Multimedia al prezzo di 304 euro. 

In alternativa il software è disponibile anche su Thomann. 

Tonex Max è la versione più completa del software; ma esistono comunque altre due versioni, contenenti un minor numero di Tone Models/ampli/pedali, chiamate: Tonex e Tonex SE; entrambe al prezzo di 182 euro. 

In alternativa c’è anche una versione gratuita per chi fosse interessato anche semplicemente a provarlo, cosa che vi consiglio caldamente!

Crediti immagini: IK Multimedia

fine
Daniele Vettori - 

Ti è piaciuto l'articolo?

Valutazione: 5.00/5. Da 4 voti.
Attendi un secondo…
guitar prof Testa e Scritta

© 2024 - guitarprof.it - info@guitarprof.it