Scritto da: Andrea Anichini - Categorie: tecnica

Pentatonica: come studiarla con sequenze e divisioni (parte 2)

Dopo avere lavorato con sequenze di tre note procediamo adesso con lo studio della scala pentatonica attraverso pattern di quattro e diverse divisioni ritmiche.

Nell'articolo Pentatonica: come studiarla con sequenze e divisioni (parte1) abbiamo visto come studiare, memorizzare ed interiorizzare la pentatonica attraverso sequenze di tre note utilizzando diverse divisioni ritmiche in ordine progressivo di difficoltà. In questa seconda parte cercheremo invece di lavorare su sequenze ascendenti e discendenti di quattro note. Considerato che i prossimi esercizi proposti risulteranno particolarmente impegnativi da un punto di vista tecnico, ti consiglio di ripassare bene il precedente articolo sopra citato, ma anche le posizioni della scala pentatonica.

La finalità di questi esercizi è sempre la medesima: assimilare la pentatonica andando oltre la diteggiatura eseguita in senso ascendente e discendente per grado congiunto. Creare dei percorsi sulla scala ci fa crescere nella composizione, nell'improvvisazione, oltre che dal punto di vista tecnico.


Come diteggiare l'esercizio

Rispetto al precedente articolo sulle sequenze di tre note, ho pensato che, per gli esercizi a seguire, potesse essere particolarmente utile dare indicazioni più precise sulla mano sinistra. Con le sequenze di quattro sulla scala pentatonica sono infatti frequenti salti di corda e soprattutto intervalli di quarta ascendente e discendente. Per questo motivo non sempre la diteggiatura della mano sinistra può risultare immediata. Nei passaggi più ostici dell'esercizio ho quindi indicato il dito da utilizzare per facilitarne la pratica. Ricordate che le dita vengono indicati con i numeri: 1 = indice, 2 = medio, 3 = anulare, 4 = mignolo. Spesso inoltre l'utilizzo del barrè tramite il "finger-rolling" tra corde adiacenti può non essere la soluzione più funzionale per acquisire destrezza nell'esercizio.


Sequenza ascendente di quattro note

Partiamo da sequenze ascendenti di quattro note sulla pentatonica di LA minore. Come esempio utilizzeremo il primo box della scala, ma l’esercizio dovrà essere ovviamente ripetuto su tutti e cinque i box. Partiamo quindi da una divisione ad ottavi.

Sequenza ascendente di quattro note in ottavi sulla pentatonica

Facciamo adesso pratica con le terzine di ottavi. Ti ricordo che dovrai porre l'accento sulla prima delle tre note del gruppo. Mantenendo la pennata alternata questo coinciderà sia con la pennata in downstroke che in upstroke.

Sequenza ascendente di quattro note in terzine di ottavi sulla pentatonica

Infine procediamo l'esercizio sulla pentatonica con i sedicesimi: in questo caso il gruppo ritmico in quartine coincide con la sequenza. Per questo motivo l'esercizio sarà, per certi versi, più intuitivo e facile da memorizzare.

Sequenza ascendente di quattro note in sedicesimi sulla pentatonica

Sequenza discendente di quattro note

Proseguiamo la pratica con la costruzione di sequenze di quattro note in senso discendente. Come sempre eseguire l'esercizio lentamente è la via migliore per ottenere ottimi risultati in poco tempo.

Sequenza discendente di quattro note in ottavi sulla pentatonica

Di seguito invece, trovate l'esercizio con divisione ritmica in terzine di ottavi.

Sequenza discendente di quattro note in terzine di ottavi sulla pentatonica

Infine ecco la pentatonica a sequenze di quattro note discendenti con una divisione in sedicesimi.

quattro note discendenti

Come studiare

Chiudo questo articolo con alcuni accorgimenti che è sempre bene ricordare:

  • Studiate ed eseguite l'esercizio con il metronomo, battendo il quarto con il piede ed infine su una backing track. In generale è bene praticare le sequenze, ed in generale studiare, in queste tre modalità. Ciò vi farà migliorare tecnicamente e ritmicamente molto rapidamente.
  • Ecco una backing track su cui potrete esercitarvi con la pentatonica di LA minore.
  • Come sempre è necessario partire da un velocità confortevole nella quale si commette pochissimi errori. Se non riuscite a terminare l'esercizio ad una determinata velocità eseguite solo una parte di esso. Non preoccupatevi quindi, probabilmente dovete ancora sviluppare solidità nella plettrata, resistenza e sicurezza. A tal proposito qui trovate un buon metodo di studio per lo sviluppo della velocità.
  • Ripetete l'esercizio su tutti i box della scala pentatonica. Infine fate pratica anche su altre tonalità.

Buono studio!

fine
Andrea Anichini - 

Ti è piaciuto l'articolo?

Valutazione: 5.00/5. Da 1 voto.
Attendi un secondo…
guitar prof Testa e Scritta

© 2024 - guitarprof.it - info@guitarprof.it