Scritto da: Redazione - Categorie: recensioni / tutto il resto

I Got Strings: il nuovo album di Eleonora Strino

I Got Strings è il titolo del nuovo album della chitarrista napoletana Eleonora Strino, stella nascente del panorama jazz nazionale ed internazionale. Il disco è stato registrato in trio, con Greg Cohen al contrabbasso e Joey Baron alla batteria, due grandi nomi del jazz contemporaneo.

I Got Strings - Eleonora Strino

Tracklist di I Got Strings

I Got Strings è un album che contiene 7 tracce, 7 interpretazioni magistrali di alcune pietre miliari della storia del jazz:

Tracklist

Leggendo la tracklist salta subito agli occhi la presenza di tre brani di Ellington: I Let A Song Out Of My Heart, I Got It Bad And That Ain't Good e It Don't Mean A Thing. Ellington è indubbiamente il più grande compositore jazz del '900, e, dalla scelta dei brani, sembra che Eleonora Strino sia particolarmente legata alle sue composizioni. In chiusura dell'album troviamo Estate di Bruno Martino, uno standard con un tema coinvolgente ed emozionante, molto noto al pubblico italiano anche per la versione cantata da Mina.


Lo stile e la personalità musicale

Eleonora Strino

Dopo aver ascoltato attentamente I Got Strings, è possibile percepire chiaramente la personalità musicale di Eleonora Strino, come chitarrista jazz contemporanea. Il fraseggio è raffinato ma allo stesso tempo passionale e spontaneo; c'è una continua ricerca melodica all'interno di tutte le improvvisazioni e, seppure siano chiare le influenze dei grandi chitarristi del passato come Wes Montgomery, Jim Hall e Charlie Christian, lo stile di Eleonora è sempre originale e riconoscibile. Questo è un elemento, a mio avviso, tipico di tutti i grandi musicisti e compositori.

L'esposizione dei temi è sempre tesa alla valorizzazione degli stessi e, nonostante siano ricchi di armonizzazioni in stile chord melody realizzate con grande maestria, non c'è spazio per la tecnica fine a se stessa ma tutto è finalizzato alla poesia e alla musicalità. Greg Cohen e Joey Baron, sono i compagni ideali: riescono sempre a fornire un accompagnamento fluido e propulsivo tramite un portamento dello swing eccellente; ma quando serve sanno mettersi a disposizione del brano mettendo davanti a tutto la musicalità e l'interplay.

La concezione del suono di Eleonora ricorda molto quella di Wes Montgomery e quella dei primi dischi di Jim Hall. Il suono acustico del suo strumento, quello del legno, è preponderante e si sposa particolarmente bene con il calore della batteria di Joey Baron.


Genesi dell'album I Got Strings e strumentazione utilizzata

Eleonora Strino ha registrato questo album nell'arco di un giorno, nel novembre del 2021. Proprio da questo particolare si riesce a capire la spontaneità che sta dietro a questo splendido lavoro. Guy Stenberg ha diretto le registrazioni e mixato l'album, presso l'Emil Berliner Studio di Berlino.

La chitarra usata da Eleonora è una Gibson L7 del 1933. Uno strumento antico e ricco di storia, in cui l'invecchiamento dei legni e la liuteria d'epoca giocano un ruolo fondamentale sul suono. Naturalmente assieme alla tecnica eccellente di Eleonora ed il suo gusto nella scelta delle frasi.

Se siete interessati a scoprire di più su Eleonora Strino, qui troverete un'intervista realizzata da Guitarprof a questa magnifica chitarrista. Questo invece è il link YouTube all'album I Got Strings.

Alla prossima.

fine
Redazione - 

Ti è piaciuto l'articolo?

Ancora nessun voto.
Attendi un secondo…
guitar prof Testa e Scritta

© 2024 - guitarprof.it - info@guitarprof.it